Un'asta da record: 1972 Domaine de la Romanée-Conti La Tâche viene venduto per $150.000

Un'asta da record: 1972 Domaine de la Romanée-Conti La Tâche viene venduto per $150.000

In un evento storico, una rara bottiglia da 5,5 litri di Domaine de la Romanée-Conti La Tâche del 1972 è stata venduta per l'incredibile cifra di $150.000 alla casa d'aste Bonhams. Questa vendita ha stabilito un nuovo record per il prezzo più alto mai raggiunto per una singola bottiglia di vino venduta dal banditore.

La rarità dei grandi formati

Le bottiglie di grande formato della prestigiosa tenuta Domaine de la Romanée-Conti (DRC) sono eccezionalmente rare. Questa vendita segna la prima volta che una bottiglia da 5,5 litri dell'annata 1972 viene offerta all'asta. La bottiglia ha soddisfatto la stima pre-vendita di $150.000-$200.000, evidenziando l'interesse e il valore significativi attribuiti a un articolo così unico.

Vini iconici da collezionisti appassionati

La bottiglia da record era una delle tre offerte di grande formato del rinomato domaine della Borgogna presenti nella vendita "Iconic Wines from Passionate Collectors", che si è conclusa il 17 giugno. Le altre importanti bottiglie di grande formato includevano:

  • Una bottiglia da 6 litri di DRC La Tâche del 1994, venduta per la sua stima bassa di $20.000.
  • Una bottiglia da 6 litri di DRC Richebourg del 1994, al valore di $15.000 contro una stima di $14.000-$18.000.

Per saperne di più: Consigli per investire nel vino di Bordeaux

Ulteriori punti salienti dell'asta

Tra gli altri lotti migliori c'era una cassa da 12 bottiglie di Domaine de la Romanée-Conti Richebourg 1990, che ha raggiunto la sua stima elevata di $50.000. Questo risultato evidenzia la continua richiesta di annate eccezionali da parte di questo stimato produttore.

Contributi dalla collezione di Josh Raynolds

L'asta ha presentato anche contributi significativi dalla collezione del famoso critico enologico e collezionista internazionale Josh Raynolds, le cui offerte ammontavano a $173.500. I punti salienti della sua collezione includevano:

  • Tre bottiglie di Georges Roumier Musigny 1999, vendute per $32.500 (superando la stima di $20.000-$25.000).
  • Sei bottiglie di Jacky Truchot Morey St. Denis Clos Sorbe Vieille Vigne 2001, che ha ottenuto $7,500.

Partecipazione globale e risultati

Bonhams ha segnalato una forte partecipazione alla vendita online, con acquirenti provenienti da 11 paesi delle Americhe, dell'Asia e dell'Europa. In particolare, si è verificato un significativo afflusso di nuovi acquirenti, che hanno rappresentato 22% dei lotti venduti. La vendita ha realizzato un totale di $521.363, con un notevole 95% di lotti venduti.

La bottiglia di vino più costosa mai venduta

Nonostante il record di questa settimana, il titolo di bottiglia di vino più costosa mai venduta all'asta spetta a una Romanée-Conti del 1945, battuta all'incredibile cifra di $558.000 all'asta di Sotheby's nel 2018. Questo prezzo straordinario è stato determinato dall'estrema rarità della bottiglia. ; furono prodotte solo 600 bottiglie nel 1945, ultimo anno prima del reimpianto dei vigneti.

Conclusione

L'asta evidenzia il fascino continuo e il valore attribuito ai vini rari ed eccezionali. Questa vendita da record è una testimonianza del fascino duraturo del buon vino e della dedizione degli appassionati collezionisti di tutto il mondo.

UKV International AG aiuta i clienti a scoprire, acquistare e archiviare vino pregiato per collezioni. Se sei interessato ad avviare una collezione di vini, parla con i nostri esperti di vino.