Agevolazioni fiscali per il vino pregiato

Il trattamento fiscale del vino è insolito e si basa sul presupposto che il vino viene acquistato prevalentemente per il consumo e che lasciato per lunghi periodi di tempo diventerebbe imbevibile. Per questo motivo, il vino rientra nella regola dei 50 anni (ha una vita economica utile prevista inferiore a 50 anni) ed è considerato un bene sprecato da HMRC.

Imposta sulle plusvalenze

L'imposta sulle plusvalenze viene riscossa sul profitto conseguito da un individuo o da un'impresa dalla vendita di un bene che si è apprezzato di valore nel tempo. L'imposta è calcolata sulla differenza tra il prezzo di vendita e il prezzo di acquisto ed è progettata per garantire che le persone fisiche e le imprese paghino la loro giusta quota di tasse su eventuali plusvalenze che possono guadagnare.

Il vino pregiato è considerato una delle ultime aree esentasse rimaste in cui i privati possono beneficiare di un'esenzione dall'imposta sulle plusvalenze. Sebbene ciò possa essere soggetto a interpretazione, il trattamento fiscale dipende in gran parte dal modo in cui il vino viene acquistato e venduto.

A causa delle posizioni fiscali individuali e dei continui cambiamenti all'interno della legislazione fiscale, ti suggeriamo di parlare con il tuo consulente fiscale personale o commercialista in merito a questa e alle tue circostanze fiscali.

Dazio e IVA

Tutto il vino è soggetto a dazi all'importazione e IVA; tuttavia, la responsabilità per questo rimane sospesa mentre il vino è tenuto sotto vincolo in un deposito regolamentato dall'HMRC. Se scegli di rimuovere il tuo vino dalla cauzione, l'imposta e l'IVA diventeranno pagabili all'aliquota HMRC prevalente al momento della rimozione. Questo viene addebitato direttamente al proprietario dal deposito doganale per conto di HMRC prima che il vino possa essere rilasciato.

Il vino venduto in cauzione non è soggetto ad imposta o IVA in quanto la responsabilità per questo rimane sospesa, una volta venduta la responsabilità per tali passaggi all'acquirente o al nuovo proprietario.

Il dazio all'importazione è calcolato per litro, che può variare in base alle aliquote HMRC al momento della rimozione e l'IVA si basa sul prezzo di acquisto del vino, non sul valore corrente.

Ulteriori informazioni sui vantaggi fiscali della raccolta del vino

Inserisci i tuoi dati qui sotto e scarica la tua guida gratuita alle agevolazioni fiscali sul vino!

Acconsenti a consentire a UKV di archiviare ed elaborare queste informazioni. *